Profili da Medaglia/61 - "Aurelio Pes" di Tommaso Romano

Aurelio Pes è forse sardo d’origine, vive in Sicilia, a Palermo o meglio vi dimora, ma pur scrivendo, pubblicando, dirigendo case editrici e partecipando alla cosiddetta vita culturale e mi appare spesso come d’essenza eterea, capitato qui dal primo Settecento francese, quello prerivoluzionario per intenderci, aperto però al mare dei novatori d’arte e lettere di ogni età.
Esteta e gentil uomo, dandy senza stare in posa nel piedistallo, ama Goethe e Cagliostro, Pound e Balzac, Lucio Piccolo di Calanovella senza identificarsi in nulla se non con la propria conclamata e levigata discrezione sincretistica.
Un pò alchimista e un pò gran maestro, Pes conosce il linguaggio dei simboli e quello esoterico dei colori, come un antroposofo alla corte di Rudolph Steiner a Dornach.
Quando passeggia pare librarsi in danza, eppure è stato anche gran visir degli eventi della regione sicula.
Concilia e filtra l’altissimo e il minuto, concede con gentilezza e si ritrae - a volte - inorridito dalla plebe e dal mondo.
Pubblica i suoi distillati e ha scelto per la Novecento di Dominila Alessi i libri più belli, per lettori ricercati e rari.
Si illumina di fronte a scoperte e pure l’effimero l’intriga.
Poeta senza tempo delle mode, filtra la parola come godimento epicureo e la bellezza come difficile e pur intravisto orizzonte.
Il fuoco è la materia impalpabile dei suoi sogni elitari ed aristocratici. La sua genealogia del fuoco, un poema.
Sa di essere sprecato rispetto alla mediocrità dei tempi, ma sopporta con finta letizia le afflizioni dell’ora presente.
Ogni tanto scompare, in letargo per qualche tempo e ricompare come in epifania.
Il timbro della voce porge erudizione in quantità e magnificenza del dire in qualità.
Aurelio è unico come voleva Max Stirner, la sua biografia è la sua opera, la sua opera è la sua biografia.
 
nella foto da sinistra: A. Pes e T. Romano
 

Potrebbero interessarti

Articoli più letti

Questo sito utilizza Cookies necesari per il corretto funzionamento. Continuando la navigazione viene consentito il loro utilizzo.