di Vincenzo Guzzo  
 
Guglielmo Lo Curzio nacque a Messina nel 1894 e morì a Palermo nel 1993. Francesista e docente all’Università degli Studi di Palermo, attivo nel giornalismo letterario e collaboratore di quotidiani e periodici e della radio specie fra le due guerre mondiali, fu anche poeta, narratore, saggista di molti titoli.
 

Serena Lao, "M@tilde" (Ed. Thule)

di Vito Mauro   Scrivere per Serena Lao, con la sua scrupolosa precisione, è un’operazione chirurgica, lo conferma con la magnifica pubblicazione di M@tilde, edita dalla raffinata casa editrice Thule, dove Tommaso Romano appone una bella postfazione rendendo evidente la “passione”, il “garbo” e l’”intensità”, riportati nel testo
 
Antropologia e filosofia al centro di un viaggio tra identità, civiltà e pensiero. Il modello antropologico espresso da Lucien Lévy-Bruhl (nato a Parigi il 10 aprile del 1857, morto a Parigi il 13 marzo del 1939) ha ragione di esistere anche in relazione agli studi contemporanei. Un modello che pone
 

Elite e Distinzione/ 56 - Raimondo Lullo

Ci fu un tempo in cui scomparvero dal mondo la lealtà, la solidarietà, la verità e la giustizia. Tutto il popolo fu diviso per migliaia, e tra ogni mille ne fu scelto uno che si distinguesse dagli altri per lealtà, saggezza e forza. A questi uomini fu dato il nome
 

UN ABBAGLIO SECOLARE

  Il verso 103 del V canto dell'Inferno recita: Amor ch'a nullo amato amar perdona   È uno dei versi più famosi e controversi della Storia della Letteratura, sul quale, a mio avviso, non è stata fatta abbastanza chiarezza dai critici che nel tempo (sono
 
                                Giosuè Borsi -“Lettere dal fronte”     A Fernando Palazzi                                                                 Carpineti                                              
 
INQUIETUDINI DEL VIVERE TERRENO E TENSIONE SALVIFICA nell'ultima raccolta di versi di Tommaso Romano “L'airone celeste”   “L'airone celeste” è la metafora del volo. E il “volo” stesso è ancora metafora dell'aspirazione dell'uomo ad elevarsi, a trascendere se stesso e la propria natura verso ciò che sta
 
Il buon cattolico che soggiorna a Torino pensa giustamente di visitare la Sindone, il Sacro lenzuolo dove è stato deposto Nostro Signore dopo la morte sul Calvario. L'ho fatto anch'io, anche se ho visitato la copia che viene custodita in una parete della sacrestia della Chiesa di S. Lorenzo a
 

Elite e Distinzione/ 55 - Francesco Pericoli Ridolfini

Nella ‘communis opimo’ spesso si fa confusione tra materia nobiliare e materia araldica (...) Tuttavia non è fuor di luogo osservare che la materia nobiliare si è spesso servita dell’araldica per esprimersi, anche essa, mediante simboli (basta pensare alle varie corone od alcuni che, posti sugli stemmi, indicano il grado
 

Mosaicosmo/4 - di Nino Aquila

Non ancora l’alba, non ancora l’aurora di una mattinata d’inverno nella città chiassosa che ancora sprofonda pesantemente nel silenzio, quando pochissimi vegliano ed è il momento migliore, il più idoneo a meditare. In codesto clima Tommaso Romano si ritrova con se stesso, è indotto a fissare sulla carta i propri
 
Corridoni, Mussolini, D’Annunzio: per comprendere il senso profondo dell’anniversario della fine della Prima Guerra Mondiale, guerra vittoriosa e di svolta per  l’Italia, occorre partire dalle origini e dunque dai protagonisti della campagna interventista che, tra il 1914 ed 1915, spinse il nostro Paese nel Grande Conflitto. Il sindacalista rivoluzionario, l’eretico 
 

Elite e Distinzione/ 54 - Domenico Fisichella

... neppure il nostro tempo può prescindere da gruppi di «pochi» dotati di una vocazione generalistica (strutturalmente incardinata in una istituzione centripeta e culturalmente alimentata dalla tradizione e dall’educazione al bonum commune), che a buon diritto potremmo definire aristocratica, intendendo con tale riferimento una aristocrazia dallo spirito di servizio verso
 
In Essere nel mosaicosmo, edito da Thule, il filosofo palermitano affronta con coraggio i grandi temi dell'uomo nella realtà contemporanea, il valore della libertà e della coscienza e il dovere di partecipazione alla vita politica. Rimanda a Papini, Borges ed Eco, al mondo della biblioteca, della sapienza esoterica e filosofica,
 
In una smagliante pagina degli esercizi spirituali tenuti ad Assisi, il cardinale Giuseppe Siri ha dimostrato che tutto quello che reputiamo nostro lo abbiamo ricevuto da altri. Questa verità s’impone specialmente agli uomini di cultura, obbligandoli a contrastare le angeliche chimere – da Maria Adelaide Raschini dette ultracogitazioni - dei cartesiani e degli idealisti, che
 

L'AIRONE CELESTE

     La scelta del titolo di un'opera non è secondaria alla scelta delle parole, che è l'atto creativo fondamentale nella composizione di un testo, specialmente poetico. Chi compie quest'atto è lo sguardo, col quale il poeta, il sognatore per eccellenza, si pone in ascolto del Silenzio traendo da esso
 

IL TEMPIO DI EPIDAURO – RICERCA STORICA DI GIOVANNI TERESI

              Statua marmorea di Epidauro    Nel II secolo d.C. Artemidoro di Daldi (Lidia) raccolse la tradizione onirica greca che era molto antica, realizzando il primo trattato organico dei sogni, l’Oneirocritico, in ben 5 volumi. Freud conosceva il trattato di Artemidoro e lo usò
 

Mosaicosmo/2 - di Francesca Luzzio

Le sette tessiture dal mosaicosmo di T. Romano si offrono al lettore come proposizione tematica del contenuto dei volumi pubblicati nella collezione del Mosaicosmo (ISSPE). Il quaderno è stato scritto dall’autore nell’arco di un’ora: dalle 5,10 alle 6,10, tempo mattutino in cui in una sorta di allucinazione espone in forma
 
     Oggi non lavorerò,
Vivrò e basta.
Ho decretato questa mia testimonianza
questa settimana sarà
la mia liberazione
da questo duro dovere
di essere presente
nel pianeta.

Rigorosamente, confermo
che io sono un fulmine
a sorpresa nel museo 
di questa città.

Oggi l'ho scoperto
Ho segnato secoli
nei miei geni e quello
è il mio polimorfismo
è vano ma autentico
Non sono sorpresa che
oggi
 

Elite e Distinzione/ 53 - Marco Vannini

Dovendo parlare di dignità, è bene parlarne per così dire nel suo grado più alto, nella persuasione, come dice Platone nella Repubblica, che le cose si vedono meglio quando sono più grandi, e che da esse sia poi più facile comprenderne anche il grado più piccolo. Ho scelto perciò il
 
Giacomo Giardina, (Godrano, 30 luglio 1903 - Bagheria, 24 settembre 1994) il poeta pecoraio, il futurista rurale, fu nativamente libero cantore che visse liberamente come tale sempre. Il mio incontro con Giacomo Giardina data il 1969. Ero già in contatto con altri miei giovanissimi Amici, con il nucleo più attivo
 
Nella sua espressione più ampia ed autentica il Decadentismo si dilata oltre misura intramandosi ad altri movimenti culturali, e nello stesso tempo, continuando quanto non ha avuto risoluzione, ma solo evoluzione nell'ambito del Romanticismo. Possiamo ben supporre un intreccio di questo tipo: l'Illuminismo continua a vivere in una parte
 
Nel 1820 il turbine rivoluzionario, sorto il primo luglio a Nola ed estesosi ad Avellino e a Napoli, avrà drammatiche ripercussioni sia a Palermo sia nei comuni di Alcamo, Castellammare, Mazara, Salemi, Castelvetrano, Campobello di Mazzara, Poggioreale e Salaparuta favorevoli alla capitale isolana.  Gli agitatori, traendo  pretesto dalla scarsezza
 

La “sperduta”

The 21st of September, clouds were brewing , Londra pareva una neonata lavata e profumata, il cielo terso d’un azzurro schietto, le strade un bucato fresco ben stirato dopo giorni d’uggia piovigginosa, l’aria champagne solleticava le narici, si respirava a  polmoni
 

"Librografia di Tommaso Romano" Ed. CO.S.MOS., 2018

Gli Amici della Comunità Spirituale del Mosaicosmo, hanno dedicato a Tommaso Romano, dopo il volume di Vito Mauro Continuum, ormai esaurito, un aggiornamento a cura di Giovanni Azzaretto, della sua opera completa, in occasione della presentazione della nuova raccolta di poesie L'airone celeste. Il Volumetto è stato distribuito a tutti
 
 
Uscito di stampa nel luglio 2018, per i tipi della TAU editrice di Todi, è in distribuzione, questi giorni, un libro di Piero Doria, Officiale dell’Archivio Segreto Vaticano, storico della Chiesa dell’età moderna e contemporanea: “Il governo spirituale del card. Vincenzo Maria Orsini OP Vescovo di Cesena (1680 – 1686)”.
 

Che sforzo per sorridere

Che sforzo per sorridere   Che sforzo per sorridere per essere normali benaccetti nella cloaca che chiamiamo mondo ma dentro è scuro il cielo e le nuvole nere voraci non diradano ancora.
  Sto in attesa che un
 

Questo sito utilizza Cookies necesari per il corretto funzionamento. Continuando la navigazione viene consentito il loro utilizzo.