Tommaso Romano, "In Natura Symbolum et Rosa" (Ed. Thule)

di Giovanna Cavarretta
“In Natura Symbolum et Rosa” di Tommaso Romano, ci introduce in un mondo suggestivo e affascinante. Offre al lettore un vasto panorama del rapporto dell’uomo con la natura, supportato da un’analisi attenta e meticolosa che spazia dalle arti alla filosofia, allo scopo di fornire una visione
 

Paolo Ruffilli "Le cose del mondo" (Ed. Mondadori)

di Maurizio Cucchi   Nel suo percorso poetico, Paolo Ruffilli ha praticato strade diverse, sempre confermandosi in una coerente, limpida solidità di pronuncia pur nella varietà di tematiche e argomenti. Questo libro Le cose del mondo (Mondadori) permette di seguirne il cammino per un arco di tempo pressoché
 

"Latino e Volgare" ricerca letteraria di Giovanni Teresi

                      Latino e Volgare
 
di Maria Nivea Zagarella   Da metà aprile 2016 le spoglie mortali di Vincenzo De Simone (1879/1942) riposano, traslate da Catania, nel cimitero della natia Villarosa (EN), essendovi così tornato il poeta a un secolo di distanza dal suo inurbamento a Milano all’inizio del ‘900. Rimasto orfano a
 

Giuseppe Pappalardo "Çiuri di notti" (Ed. Thule)

di Franca Alaimo    Giuseppe Pappalardo nel suo ultimo libro in dialetto “Ciuri di notti” ci consegna una mappatura della vita in toto, così svariati sono gli argomenti dei suoi testi, in cui accanto alle tante ed emozionate incursioni nel profondo di sé, ardono parole di forte impegno
 

Tommaso Romano, "In Natura Symbolum et Rosa" (Ed. Thule)

di Giuseppe Bagnasco
 
Nel bagaglio culturale degli “Indiani” d’America, nella fattispecie quelli della nazione Sioux delle Grandi Pianure, che troppo in fretta i coloni “bianchi” definirono “selvaggi”, due erano gli insegnamenti previsti dalla Tradizione e consegnati dai saggi delle tribù: il primo stabiliva che l’uomo appartiene alla
 
Il termine “metafisica”, secondo l’opinione più comune (sostenuta ancora dalla maggior parte dei dizionari filosofici) avrebbe avuto un origine bibliotecaria designando il gruppo dei libri che, nell’ordinamento dato alle opere di Aristotele intorno al I secolo a.C., venivano “dopo” (metá) quelli costituenti la Fisica. Naturalmente i più avveduti e informati
 

Amalia De Luca "Carmina Pervia" (Ed. Thule)

di Giovanna Sciacchitano   Il titolo della raccolta di Amalia De Luca “Carmina Pervia” apre ad un percorso che potremmo definire di poesia filosofica, in quanto c’è il tentativo, ben riuscito, di rappresentare attraverso versi accessibili i grandi problemi dell’anima e dell’universo, mirando a verità filosofiche che fanno
 

Tommaso Romano, "In Natura Symbolum et Rosa" (Ed. Thule)

di Vincenzo Guzzo   Una originale e feconda idea di Tommaso Romano ha illuminato un percorso lungo il quale si coniuga la natura alla spiritualità, la terra in fiore alle visioni iperuraniche, i significati esoterici delle piante, dei fiori e soprattutto della rosa, agli incommensurabili misteri del cosmo.
 
La rivista Cristianità organo ufficiale di Alleanza Cattolica ha festeggiato i novant'anni dalla morte del generale cristero Enrique Gorostieta Velarde, con uno studio ben documentato di Oscar Sanguinetti. Gorostieta ha comandato a partire del 1926, l'Esercito di Liberazione Nazionale o Guardia Nazionale, quelle formazioni popolari armate del Messico, chiamate
 
 
Un titolo di una raccolta di testi più o meno brevi, dovrebbe evocare, dare conto di una visione, di un assunto da svilupparsi nelle pagine.
 
 
per Aldo,
 
Con buona pace per chi la considera ancora una “demonia”, l’economia rappresenta, oggi, uno dei principali terreni su cui si confrontano e si scontrano diverse visioni della vita e del mondo. Oltre la rigidità dei “parametri”, agitati come i simboli dell’equilibrio di bilancio, oltre le vecchie scuole, spesso non
 
Scrittore, pensatore, saggista e politico.
Passeggiando per via Mariano Stabile in direzione porto sul lato sinistro angolo via Roma sulla facciata del famoso “Hotel des Palmes” si può leggere una lapide che ricorda la presenza del poeta uruguagio Rodò, che ha abitato nella stanza corrispondente dell’albergo.
 
  Una riflessione a tutto tondo quella che Giacomo Calvaruso ci propone come una sorta di architettura di pensiero che, senza infingimenti, affronta con ironia filosofica e con decisione esistenziale le domande di fondo, gli interrogativi del singolo, partendo dal sé.
Una incalzante verifica su temi complessi affrontati con
 
di Carmelo Fucarino     Potrei cominciare come tanti recensori prestati alla critica letteraria con l’illustrare i canoni generali ed universali della poesia. Almeno quello che nella mia professione anche di poeta mi sembrerebbe che rappresenti la poesia, cosa intendiamo personalmente e individualmente per “Poesia” (naturalmente alta,
 
di Rossella Cerniglia      Fin dal suo incipit, l'ultima opera di Ester Monachino, Symbolon, affascina e lega, già con quelle  parole che cominciano ad enucleare il senso delle prime frasi. Si coglie subito il respiro che le plasma, l'intima spiritualità che le costituisce in essenza. Una scrittura
 
Da tempo il cardinale Robert Sarah ci ha abituato a riflessioni forti attraverso i suoi interventi e in particolare nei suoi libri. Da qualche mese è uscito l'ultimo suo libro scritto anche questo in forma di conversazione con il giornalista scrittore francese Nicolas Diat. Il titolo del testo, «Si fa
 

Lorenzo Spurio “Pareidolia” (ed. The Writer)

di Dorothea Matranga
 
Il termine “Pareidolia”, dalla radice etimologica greca (eidolon = immagine con prefisso para = vicino) rappresenta l’illusione subcosciente a ricondurre a forme note, oggetti o profili dalla forma casuale. La tendenza istintiva e automatica a trovare strutture ordinate a forme familiari, in immagini disordinate.
 
                                                                           Filosofia medievale 
 

I Vincitori del Premio "Acqui edito e inedito"

 
Le Giurie del Premio Acqui Edito e Inedito, riunitesi in Acqui Terme, hanno designato i vincitori della prima edizione del Premio. Nato dall’esigenza di ampliare il Premio Acqui Storia aprendo le porte a nuove tipologie di opere storiche che diano voce a scrittori emergenti, il Comune di Acqui
 

"L’OPERA DI PECHINO 京剧 ĴINGÚ" di Carla Amirante

Tra il 1770 e il 1870 si formò il  jīngxì   (teatro della capitale), un nuovo stile teatrale che sfruttava diverse aspetti locali conosciuto anche con il termine 京剧 jīngjù (“opera di Pechino”) e univa lo yabu 雅部,una varietà teatrale raffinata, eseguita per intrattenere la nobiltà, e lo huabu 花部,
 
                 Poema epico 
 

"OUTPUT" una poesia di Francesco Maria Cannella

© Copyright by Francesco Maria Cannella 2017: Senza filtri
(foto da smartphone)                  OUTPUT
        L’insonnia è un fruscìo sordo
        Lascia credere che ci sarà
                    un domani da rispettare
        E la vescica preme
        . . .           
 

"Giovanni Teresi" - nota biografica a cura di Vito Mauro

Giovanni Teresi è nato il 3 novembre 1951 a Marsala. Il padre Francesco, ragioniere, era impiegato presso le Cantine Florio, mentre la madre Francesca Jolanda Giacalone, sarta, gestiva un atelier per donna. Agli inizi degli anni ’50 il baratro della guerra era ormai alle  spalle e si guardava avanti,
 
  Carlo Gambescia ha scelto come titolo del suo ultimo libro una suggestiva ed efficace metafora sapientemente espunta dall’opera poetica di Eugenio Montale, quella del grattacielo e del formichiere, figure che ci ricordano la duplicità di registri in cui si muove l’umano proteiforme, costantemente diviso tra altezze vertiginose e
 

Tommaso Romano, "In Natura Symbolum et Rosa" (Ed. Thule)

di Giovanni Teresi     La bellezza in quanto proporzione, armonia, unità nella molteplicità, è il messaggio che il Prof. Tommaso Romano dà nella sua opera letteraria “In Natura Simbolum et Rosa”, bellezza che è connessa anche al problema della teodicea come in Agostino e in Leibniz. C’è
 
di Amalia De Luca
 
E’ in distribuzione  il nuovo numero di “Nova Historica” (n. 69 – settembre 2019): duecento pagine dedicate in larga parte alla “proposta riformatrice della destra italiana”, presidenzialista e partecipativa, ricostruita attraverso le figure di alcuni suoi esponenti storici (Franco Franchi, Gaetano Rasi, Diano Brocchi), con particolare attenzione al progetto politico
 

"SUPERMARKET" un aforisma di Francesco Maria Cannella

© Copyright by Francesco Maria Cannella 2013: surprise ending, nothing else . . .
(fotografia & grafica)           SUPERMARKET
        Diffidate sempre:
        degli astemi, dei sentimentali, e soprattutto, della gente che si reputa simpatica…                                                                                                                                                                                          f. m. c.           
 

Questo sito utilizza Cookies necesari per il corretto funzionamento. Continuando la navigazione viene consentito il loro utilizzo.