È l’assenza del limite, concetto fondamentale e necessario all’orientamento dell’uomo, che rende la rete insidiosa. La versione contemporanea del labirinto è ormai giunta allo status di cosmogramma universale di un mondo estremamente complesso e mutevole.  L’uomo ha spostato, ridefinito e infine abbandonato molti dei suoi limiti, si
 

Francesco Maria Cannella propone un racconto inedito di Claudia Magliozzo

 
 
 

Metafisica del sesso in sguardi di "Magia Sexualis" - di Vitaldo Conte

Il testo è pubblicato su Eros Magia Sacro in Julius Evola, a cura di G. de Turris, A. Scarabelli, G. Sessa, Fondazione J. Evola-Pagine, Roma 2020. Costituisce la relazione con cui l’autore ha partecipato al Convegno di Studi Per un eroticamente s/corretto: 60 anni di “Metafisica del sesso” di Julius
 
Decine di intellettuali, professori universitari, magistrati,  giornalisti hanno sottoscritto l'appello #nessunotocchicolombo lanciato con l'obiettivo di celebrare il 12 ottobre la figura di Cristoforo Colombo, riscoprendo la Giornata nazionale in suo onore istituita nel 2004 e chiedendo pene adeguate nei confronti di chi vandalizza le statue e il patrimonio storico
 
 
 
 
Tutto sembra immobile ne “La casa dell’ammiraglio”, dominata da una quantità immensa di sculture, porcellane, gessi, quadri, stampe, arazzi e tappeti, mobili, ma la realtà è diversa dalle apparenze. Se ne dovrà accorgere l’imponente protagonista del romanzo di Tommaso Romano, a riposo dalla
 
Il 2019 è stato un anno preziosissimo. Infatti, l’Associazione Culturale Ter­mini d’Arte - che mi pregio presiedere con diletto affettivo e onestà intellet­tuale - ha festeggiato il suo decimo compleanno. Svariate e notevoli iniziative culturali, in questi anni, hanno contraddistin­to l’Associazione rendendola centro e crocevia di tanti appassionati della vera Cultura,
 
Pierfranco Bruni nel suo “Raffaello, universale e divino” propone una chiave di lettura innovativa in cui l’artista urbinate diventa punto di riferimento della complessa cultura Occidentale e non solo del percorso artistico. Un intreccio che darà vita ad un viaggio con la storia del Rinascimento certamente, ma soprattutto con i
 
Lo hanno scritto in tanti dopo il virus, l’Italia ma anche il mondo non sarà più lo stesso. E allora le importanti analisi del professore Luca Ricolfi, sulla società italiana, saranno ancora valide? Mi riferisco al suo ultimo libro, uscito alla fine dell’anno scorso: “La società signorile di massa” ,
 
L’allarme arriva da Giovanni Belardelli, docente di Storia delle Dottrine politiche ed editorialista del “Corriere della sera”: l’Italia sta perdendo la centralità del lavoro. Non è una denuncia da poco per un Paese che si dice “fondato sul lavoro”, idea mitica a misura della fase della ricostruzione postbellica, tanto indeterminata
 
Nell’attuale pandemia indotta dal corona-virus il romanzo Cecità (1996) di José Saramago (1922/2010), premio Nobel per la letteratura 1998, suona singolare per chiaroveggenza, terribile per ammonimento. Intellettuale autodidatta e scomodo per molte sue scelte, dichiaratamente ateo e anticlericale (Dio è il silenzio dell’universo e l’uomo è il grido che dà
 

"Prospettive sul mondo che verrà" di Vincenzo Gennaro

L'agonia irreversibile del mondo che lasciamo alle spalle non ha ancora prodotto un solo vagito del mondo che stenta a nascere, malgrado i lancinanti dolori di un'economia sofferente e gli innumerevoli i provvedimenti messi in atto per resuscitarla compresa la respirazione bocca a bocca e l’elettroshock.
 
  di Giovanni Teresi   Ogni casa possiede un potenziale narrativo. Ogni stanza racconta la vita e i segreti di chi l’ha abitata. Ogni luogo evoca i sentimenti di chi l’ha vissuto o di chi l’ha cantato. E le case degli scrittori parlano. Di loro e delle
 

"Gli sguardi di Valentine de Saint-Point" di Vitaldo Conte

È uscito di Vitaldo Conte il testo Gli sguardi di Valentine de Saint-Point su 'Fyinpaper': "un racconto sul rapporto fra V e la poetessa Valentine de Saint-Point, sguardi di fuoco e corpi fantastici".   "V incontra Valentine de Saint-Point sulle pagine di un libro sulle Donne Futuriste. Gli
 
      Termino adesso la lettura dell'"L'Airone Celeste", una silloge poetica composta sul registro di stati d'animo, intuizioni e sensazioni, difficili per le loro molteplici implicazioni, ad essere inquadrati nella cornice di un unico schema: ogni poesia, ogni canto, è un solista che esprime il
 

Giovanni Caserta, “Dante settecento anni dopo 1321-2021” (ed. Villani)

di Giuseppe Massari
 
Il 2021 ricorre il 700° anniversario della morte di Dante, il poeta nazionale per eccellenza, che primo, anche nella lingua, lanciò e vigorosamente sentì l'Italia come nazione e come patria. Né si può trascurarlo come modello di virtù morale, civile e politica, campione di
 
Indefinibile. Non ci sono parole. Romanzo di un percorso interiore fatto di ricordi, di sogni, di silenzio, di ombre, di nuvole, di mare, di luoghi.  "Il ladro di profumi" di Pierfranco Bruni edito da Tabula Fati. Una figura femminile domina i pensieri di chi scrive; è un file rouge che
 
      Lucio Zinna e Tommaso Romano     Tommaso Romano – scrittore, poeta, saggista e operatore culturale siciliano – narra, in questo ‘racconto lungo’, la storia «senza storia» di Marco Colonna, non ancora sessantenne, un uomo come i tanti che vivono lasciando
 
Nel mese di marzo è uscito il numero 401(gennaio-febbraio 2020- Anno XLVIII) della rivista Cristianità dedicato interamente a Giovanni Cantoni il fondatore di Alleanza Cattolica, scomparso il 18 gennaio scorso dopo una lunga malattia. Cantoni ha guidato l'associazione fino al 2016. Il primo intervento, quello più corposo, sono proposte
 
di Giovanni Teresi   Cogliendo spunto dalle diverse tematiche delle singole raccolte nell’Opera Omnia “La conchiglia e l’ortensia” della poetessa Adalpina Fabra Bignarelli, ho elaborato la disamina in modo da svolgere un discorso, di volta in volta, su un particolare aspetto dell’arte poetica e sulla particolare angolatura delle
 
Manifesto della mostra “La voz de Lorca” tenutasi presso
il Centro Cultural Conde Duque di Madrid dal 2 al 5 ottobre 2014. Un articolo di qualche tempo fa dello scrittore e giornalista Alejandro González Luna apparso sulla rivista dominicana Global[1] ha riportato in auge un discorso – un quesito
 

Questo sito utilizza Cookies necesari per il corretto funzionamento. Continuando la navigazione viene consentito il loro utilizzo.