“Aspra. Il borgo di oggi nella memoria del tempo” di Dorothea Matranga

Il profumo di salsedine, già lo sento al solo pensiero di parlare di Aspra, un gioiello incastonato tra il mare, che lambisce una fantastica spiaggia interrotta in alcuni punti dagli scogli, dove ogni giorno innumerevoli gabbiani sono di vedetta in attesa di cibarsi dei pesci, sfuggiti alle reti dei marinai,
 

Elite e Distinzione/ 73 - Roberto Zavalloni

Lo spirito cavalleresco della Tavola Rotonda anima tutta l’attività e la storia francescana. Francesco ha basato su questo spirito, elevandolo dal livello puramente umano a quello spirituale, la formazione dei suoi discepoli come cavalieri di Cristo. Ciò che era a servizio di un re della terra viene meno a servizio
 
Apollo ed Artemide con archi e frecce     Non meno poetica di quella di Afrodìte è la nascita di Febo, la cui madre andò di terra in terra, di isola in isola, di casa in casa, supplichevole chiedendo ospitalità. Ma nessuno osava accogliere questa madre dolorosa: tutti temevano
 
di Marta Raineri      Chi è il mio prossimo? Cosa significa incontrare una persona? Nel dialogo, quanto è importante essere retti e trasparenti per riscoprire la potenza benefica della parola? Cosa significa mantenere una corretta comunicazione in termini di prossimità? Già nel libro “Fatta per amore... La correzione
 
Convegno a Grottaglie (Cfr. il Programma)  per guardare tra le pagine storiche e antropologiche di don Cosimo Occhiobianco. Rigore. Scientificitá. istituzioni. La lingua, i linguaggi, le parole sono fenomeni di una antropologia che si recupera attraverso modelli non solo demologici ma geo-etnici. Ovvero la Tradizione diventa la sintesi sei
 
Il titolo, a tutta pagina sull’ultimo numero de “Il Giornale dell’Arte”, è perentorio: “Abiteremo le ex chiese”. Il tema è oggettivamente cruciale per vari aspetti. “Rottamare” una chiesa non è infatti come dismettere un vecchio capannone industriale, una ex caserma o  un qualunque edificio degradato e pericolante. “Rottamare” un luogo
 

Recuperi/52 - AA.VV., Spiritualità & Letteratura, n. 28

 
Quando, domenica 3 febbraio, Felice Cammarata ci convocò a Palermo all’hotel Execelsior , in occasione del 86 ° compleanno, per la presentazione del “ sedicesimo  la Sicilia nel fumetto”  e del libro dell’ing. Schirò su Mezzoiuso, mai avrei potuto immaginare che fosse l’ultimo saluto. Ed invece a distanza di
 

"La dimensione mitica" - II parte - di Rossella Cerniglia

I miti, dunque, esprimono una condensazione di significati in immagini di rara forza e bellezza a testimoniare il momento aurorale in cui pensiero e canto, filosofia e poesia, vivevano un'unica vita. É stato Martin Heidegger a prospettare l'esistenza di una struttura archetipica, di un'archelingua, che costituirebbe la radice comune
 
Era mia intenzione scrivere una recensione sull’ultimo libro di Vanessa Ambrosecchio Cosa vedi, (il Palindromo, Palermo 2018), ma a lettura ultimata mi sono convinto che sarebbe stato un errore prescindere dal precedente romanzo d’esordio Cico c’è (Einaudi, 2004). E ciò perché i due romanzi sembrano sotto alcuni aspetti speculari e,
 

BANDITA LA 45^ EDIZIONE DEL PREMIO MARINEO

Pubblicato il bando della 45^ edizione del Premio Marineo, curato dal Circolo Culturale Cattolico di Marineo, 45 anni durante i quali la rassegna, si è guadagnata un notevole prestigio nell’ambito letterario nazionale ed internazionale. A testimonianza dell’affermazione raggiunta dal Premio valgano i nomi degli scrittori russi Andrej Siniavskij, Evgenj Evthushenko,
 

Canti a Prometeo di Gino Pantaleone

                      Questi Canti a Prometeo, di Gino Pantaleone, sono una difficile scommessa, una sfida alla sorte, al tragico destino che incombe sull'umanità. Essi auspicano il ritorno di un dio che sappia accendere nel cuore dell'uomo la fiamma della passione, dell'amore per la vita
 

Storia delle Foibe. Ricordare per capire: "Grido di dolore" lirica di Giovanni Teresi

https://teresigiovanni.wordpress.com/2019/02/10/ricordare-per-capire-storia-delle-foibe-la-strage-dimenticata-grido-di-dolore-lirica-di-giovanni-teresi/   Grido di dolore La scura terra ha assorbito il pianto,
la pioggia ha lavato il sangue,
i corpi esanimi giacciono rannicchiati
nella
 
Il poeta Tommaso Romano ha voluto fare un prezioso regalo ai suoi amici, pubblicando una minuscola raccolta di versi, con tiratura di 99 copie numerate e firmate e singolarmente dedicate. Il libretto è stato pubblicato dalla Casa Editrice "All'insegna dell'Ippogrifo" di San Cipirello (Palermo) nel dicembre del 2018. Il
 

“Foibe. Mio padre era in Dalmazia” di Pierfranco Bruni

Mio padre mi ha raccontato. Si trovava in Dalmazia. Aveva conosciuto D’annunzio a 15 anni con lo zio colonnello. Poi era stato ad Istria. D’Annunzio era amico del colonnello Agostino Gaudinieri. Mio padre un sovversivo? Semplicemente un Fascista. Il colonnello era un Savoia. Dopo il tradimento del Gran Consiglio mio
 

Elite e Distinzione/ 72 - Torquato Tasso

A me paiono più nobili le morali (virtù), perciochè la vita attiva mi pare ancor più nobile de la contemplativa, ma voi filosofi volete che sia l’altra, nè ciò vi basta, ma, passando più oltre, v’attribbuite la nobiltà, togliendola a’ principi, a’ re e agli imperatori, dè quali è propria:
 
  Da una diecina di anni Adalpina Fabra Bignardelli in occasione del suo compleanno, omaggia i suoi amici, lettori ed estimatori un suo lavoro, lo fa come un appuntamento, sia che si tratti di raccolte di poesie o di interessanti saggi, scritti tra ricordi e speranze, il tutto è
 

Tra mitologia futurista e fedeltà degli archetipi: gli esordi di Tommaso Romano

di Antonio Martorana   Nella parcellizzazione tipologica dell’imponente produzione letteraria, filosofica, storica, artistica, esegetica ecc. di Tommaso Romano, i lacerti auto(bio)grafici verbali e figurativi risalenti al periodo adolescenziale e della prima giovinezza (per i quali si rimanda alla ricca documentazione riportata nel volume a cura di Francesco M.
 

“Il terremoto di Messina del 1908” di Domenico Bonvegna

«Ora venite? Ora che il terremoto è finito? Una donna ferita tende i pugni contro la prima pattuglia sbarcata dalle navi italiane. Dopo i marinai russi della squadra del Baltico, dopo gli equipaggi della flotta inglese, martedì 29 dicembre arrivano, finalmente. I nostri». Con questa invettiva nel retrocopertina, viene presentato
 

Elite e Distinzione/ 71 - Jean Rostand

Si può misurare la reale nobiltà di un individuo dalla somma si dentimenti poco nobili che si permette di lasciar vedere.   * * * *   Non c'è nobiltà senza generosità, come non c'è brama di vendetta senza volgarità.
 

Questo sito utilizza Cookies necesari per il corretto funzionamento. Continuando la navigazione viene consentito il loro utilizzo.