Amalia Marmo, "Orgoglio antico" (Ed. Osanna)

di Franco Trifuoggi   Questo romanzo (Orgoglio antico, Osanna Ed., Venosa 2018) è una nuova, diversa prova della fecondità letteraria di Amalia Marmo, la docente lucana apprezzata ed amata, poetessa pluripremiata, autrice delle sillogi liriche, lodate dalla critica, Vento del Sud, Le rose di Pieria, Mnemosyne, fili di
 
Raccolta di aforismi di Tommaso Romano, poeta e scrittore di solida militanza, attento studioso, neoumanista, operatore culturale tra i più attivi in terra di Sicilia. E all’aforisma e dedicato il primo pensiero dell’A., tra quelli graficamente posti in evidenza, implicitamente chiarendo senso e fine della pubblicazione: «L’aforisma e una scheggia
 
I ragazzi, gli studenti, gli operai il 23 ottobre del 1956 scendono nelle strade di Budapest per una grande manifestazione popolare antisovietica, ben presto la protesta degenera in rivolta. Qualche mese fa presentando lo studio «Le crepe nel muro: Ungheria 1956», gli atti di un Convegno milanese a cura della
 
Renato Mambor, "L’Osservatore", tecnica mista su tela   La città è il compimento di una ideale convivenza o il luogo degli egoismi individualistici, delle babele delle lingue e dei costumi? È accoglienza o nuova separatezza, la paura che si manifesta nell’isolamento e negli odi o il compimento di
 
                                                                               Laocoonte 
 
 
                              Affresco dei Gladiatori di Pompei 
 

LA FOLLIA DEL SOLE - di Gabriella Maggio

In questo  nostro  tempo  frettoloso e precipite, in  cui l’apparire prevale ampiamente su ciò che appare, un libro di poesia come questo  di Elisa Roccazzella con  la sua fertile lentezza silenzia,  nel tempo sospeso della lettura, l’incessante frastuono dell’attualità. “La follia del sole” edita da Thule nel 2018 segue a distanza non
 
Premio Strega 2019  “M  Il figlio del secolo” l’ampio romanzo di Antonio Scurati affronta un argomento ancora divisivo per gli Italiani con stile essenziale e ben sorvegliato in tutte le numerose pagine. Il racconto,  articolato in brevi capitoli forniti  di titolo, luogo e data dell’episodio raccontato, ha inizio il
 
Affresco dei Gladiatori di Pompei   Memoria fossile    La magia del vento lavora, leviga le pietre che aguzze, sinuose e impervie racchiudono l’origine del tempo. I giorni non si contano più come i secoli, e la stessa
 
Leggendo il libro di Franco Molfese, «Storia del brigantaggio dopo l'unità», edizioni Feltrinelli, viene spontanea una riflessione, perchè dopo un'opera così scrupolosamente documentata, sulla conquista del Sud, ad opera degli eserciti sardo-piemontesi e la conseguente reazione popolare, chiamata brigantaggio, questo tema  non ha avuto nessun riscontro nei vari ordini di
 
di Dorothea Matranga   “Non mi appartiene la presunzione che è di tanti di dare al reale ciò che ha perso sostanza” queste le parole con cui si esprime l’autore del volume Tra gli aranci e la menta. Recitativo dell’assenza per Federico García Lorca (PoetiKanten Edizioni, 2016), il poeta
 

"Enjambement" una poesia di Francesco Maria Cannella

  Non esiste amore nella quotidianità
I giri di parole servono a poco
Bisognerebbe imparare a non chiedere
*
Esatta cifra che non dice
E ciò che vale dimentica
Altre concessioni e altri resti
*
Cercando d’invertire l’oblio
Mentre
 
Ho conosciuto la storia del popolo vandeano quando avevo sedici anni, io giovane adolescente, allora ero abbonato ai “Quaderni della ControRivoluzione”, un bollettino interno (1972), edito da Maurizio Di Giovine di Bologna., dedicato tutto alla rivolta vandeana E proprio in questo bollettino ciclostilato, ho letto per la prima volta con
 

STRADE E TAMBURI DI SABBIA di Emilio Paolo Taormina

            Possiamo definire tutto il “lavoro” poetico di Emilio Paolo Taormina un canto “in progress”, un’elegia o un poema lungo quanto tutta la sua vita dedicata alla scrittura, come egli stesso afferma nell’introduzione, dove ripropone, ritenendola ancora oggi valida, la sua idea di poetica del 1998. Una scrittura
 
Il Sindacalismo nazionale e rivoluzionario è storicamente teorico e pratico, votato all’elaborazione culturale (spesso in funzione formativa)  e all’organizzazione sociale. Il motivo di fondo è che, non avendo una base ideologica rigida, di stampo marxista (e fatalista), esso è problematico e dinamico insieme. Conferma questa “visione” di fondo il recente
 

“La sofficità dell’impalpabile” di Nicola Romano

Un libro che rapisce, che innalza, che rigo dopo rigo eleva verso ambientazioni cosmiche, poiché recanti all’interno la sofficità dell’impalpabile: queste le sensazioni mie durante la lettura di “Symbolon”, recentissimo racconto di Ester Monachino. Un racconto molto agile, dai capitoli brevi come quadri d’una scorrevole rassegna e con una struttura
 
“Vendemmia”  di M. Caliri
 
Nei pomeriggi d’autunno, quando ancora il sole tiepido baciava le zolle e le ingiallite foglie delle viti, nel vicino androne di casa si giocava a carte seduti in cinque attorno ad un tavolo. Il tempo scandiva le ore ed il lento volgere
 
Decifrare la soglia -  
Ti ho conosciuta dolce e vulnerabile,
senza pretese,
e ad oggi è quasi un calvario
discutere di come andare a fare la spesa…
La tua, penso, non sia responsabilità
ma la vecchiaia che incombe
avendo paura di ciò che avverrà -
non per forza di morte -
né per i dovuti
 

ESORCISMO ERETICO di Anna Maria Guidi

      
      "La vita del dolore è la più lunga”. È, questo, il titolo di una silloge del 1984 del poeta palermitano, originario di Siculiana, Nino Balletti. L’ho subito associato a questa raccolta di poesie di Anna Maria Guidi, “Esorcismo eretico”, dove il dolore è così centrale e dominante
 
 
Denaro sterco del diavolo. La demonizzazione della ricchezza non è solo frutto di un popolano pensiero comune, ma anche l’assunto di teorie professate da noti pensatori. Ad esempio Proudhon, esponente nel secolo XIX del cosiddetto “socialismo utopistico”, predicò l’abolizione della moneta da sostituirsi con lo scambio diretto dei
 

Una poesia di Teresinka Pereira

Altra Poesia
 
di Giovanni Teresi       Le brevi considerazioni sul titolo scelto dall’autore sono utili per seguire “il filo rosso che percorre nel testo le sue privilegiate letture, la nozione di Letteratura come continua “confessio oris” (Roberto Pazzi). Tommaso Romano, scrittore e poeta, con la
 
A cosa stiamo andando incontro? Dov’è il valore della vita? Quale amore vive questa società malata? Si apre con una nota dell’autrice, una fitta serie di domande rivolte direttamente al lettore, la raccolta poetica di Francesca Guajana, dall’emblematico titolo Non chiudere gli occhi: «Francesca Guajana conosce il dolore, pratica
 
Questo mio scritto che riguarda la silloge poetica di Tommaso Romano dal titolo “L’airone celeste”, non ambisce ad essere considerato un esaustivo giudizio critico. Piuttosto queste mie parole sono da considerarsi soltanto opinioni personali estemporanee, non declamate, ma appena sussurrate. L’attesa che l’assenza divenga sostanza, è la nota dominante
 

Un aforisma di Francesco Maria Cannella

Carmelo Bene, 1937 - 2002 
 
 
A lungo forse vivranno nell’immaginario collettivo degli italiani il commissario Montalbano e Andrea Camilleri, morto il 17 luglio scorso. L’uno per l’enorme successo mediatico, l’altro per l’arguzia dell’uomo e dello scrittore. Un esempio di tale qualità fornisce, fra gli altri, il libro Esercizi di memoria, una raccolta di 23 racconti
 
In un contesto mondiale segnato da profonde trasformazioni tecnologiche, geopolitiche ed economiche, parlare di anticapitalismo può apparire velleitario. Tanto più se si parla di un anticapitalismo “di destra”, alternativo a quello “di sinistra”, storicamente riconosciuto come prevalente ed egemone, in quanto  sostenuto dalle  poderose analisi di scuola marxista, una scuola
 
Leonardo Sinisgalli nasce a Montemurro (Potenza) il 9 marzo del 1908. Egli appartiene a quella che può essere definita la seconda generazione di poeti ermetici, o almeno vicini alla tradizione lirica dell’ermetismo, una generazione a cui appartenevano anche Mario Luzi, Alfonso Gatto, Vittorio Sereni, Giorgio Caproni, nati tutti intorno agli
 

Una poesia di Francesco Maria Cannella

La prova del 9
Quello che scrivi ti precede…
E non ha risultante né percorso fisso,
o reputazione da scongiurare -
amen e quel che sia - si dice ai Posteri!!
Non sempre capire serve…
REFRAINREFRAINREFRAIN
(Un vinile che s’incanta)
Mai, quando la rassegnazione
diventa un’abitudine…
 

Questo sito utilizza Cookies necesari per il corretto funzionamento. Continuando la navigazione viene consentito il loro utilizzo.