Uno dei fatti linguistici di cui mi sono accorto studiando il dialetto siciliano è che la Sicilia (come, del resto, altre regioni d’Italia) non ha un «dialetto di koinè», cioè un dialetto parlato e scritto allo stesso modo in tutta l’Isola. Ne deriva la difficoltà di stabilire regole che valgano
 
Non importa quanto un racconto possa essere autobiografico perché “nel raccontare una storia spesso si prescinde dalla verità”, anche se racconta un’esperienza umana totale, l’importante è che sia imprevedibile, una lettura che non ti aspetti, così è La Casa dell’Ammiraglio,
 
 
Quella che aveva Paolo Isotta - scomparso oggi a 70 anni nella sua Napoli - era “La virtù dell’elefante”, citando l’omonimo libro pubblicato da Marsilio in cui faceva una summa della sua esperienza umana
 

“La SOALTÀ di Guglielmo Peralta” di Lucio Zinna

Coglie nel segno Giuseppe Cottone quando afferma che “poetica e poesia nel testo di Guglielmo Peralta non si contraddicono, ché la prima si scioglie nella seconda”. Nel poeta palermitano, infatti, la trattazione di carattere estetico non si priva all’occorrenza (in ogni caso, efficacemente) di metafore – per non dire di
 
Venerdì 5 febbraio l’Ambasciatore Fabrizio Bucci ha inaugurato l’apertura dei seminari formativi del ciclo 2020-20 previsto dal Memorandum Illiria, sostenuto dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Italiana, che testimonia una collaborazione costruttiva e innovativa con il Ministero dell’Istruzione, dello Sport e della Gioventù albanese, per la ricerca di
 
Ho letto con piacere l’opera prima di Francesca Costantini, autrice pesarese classe 1970, che ho avuto l’occasione d’incontrare varie volte in seno ad alcune iniziative poetiche. Noto con piacere che nella raccolta figurano alcuni testi che la poetessa aveva letto nel corso di una manifestazione poetica itinerante tenutasi nel 2019
 

“La storia infinita” di Carmelo Fucarino

È mia convinzione, solida come un articolo di fede, che qualsiasi scritto, pensiero o semplice comunicazione, è degno di essere letto, dal trafiletto di un annunzio alla sintesi dell’umana esistenza, I fratelli Karamazov. Pertanto non consiglierò mai di abbandonare un libro, perché nell’approccio risulta noioso, arido o oscuro, secondo quella
 
 
 
 
Veramente a così alto sospetto                             (Canto VI, Purgatorio)
 
        Nell’attuale revival di ristampe delle opere di George Orwell, e disorientamento socio-esistenziale acuito dalla pandemia globale, rileggerne i due capolavori può forse contribuire ad accendere, in questi nostri giorni sospesi, un utile, brusco, lampo di riscossa ideale e vitale.   George Orwell, scrittore anticonformista
 
Lucio Zinna dalla finitudine alla trascendenza, nel volume "Le ore salvate”   Nella silloge Le ore salvate (Fondazione Thule, PA, 2020) Lucio Zinna raccoglie la produzione poetica dell’ultimo decennio (2009-2019). Come afferma Tommaso Romano nel risvolto di copertina, essa si connota per il ventaglio tematico, percorso dal fundus
 

Questo sito utilizza Cookies necesari per il corretto funzionamento. Continuando la navigazione viene consentito il loro utilizzo.