"La Sicilia e la questione mediterranea oggi" di Vincenzo Gennaro

E' stata sin dalla più remota antichità un centro propulsore di cultura anche nelle arti applicate ed in particolare nei settori relativi alla decorazione plastica e a quella pittorica.
Per circa tre millenni i manufatti del nostro artigianato artistico hanno percorso le grandi rotte commerciali del mediterraneo imponendosi come merce di scambio ovunque richiesta ed apprezzata. Tutto questo ha generato una fonte di ricchezza ed un veicolo di immagine per la nostra terra nel mondo.
I quartieri popolari pullulavano di botteghe artigiane ed era tutto un fervore di opere e d’ingegni che alimentava la cultura e l’indotto economico ad essa collegato. Oggi è calato il silenzio su tutto, le maestranze sono emigrate, gli anziani hanno chiuso le loro botteghe, l’assistenzialismo diffuso ha reso superflua la conoscenza e la competenza e tutto si è dequalificato come un reato minore.
L’emigrazione intellettuale disperde le nostre risorse umane migliori nel mondo con un danno doppio, prima, il costo della formazione, poi il mancato vantaggio di potere disporre di risorse umane, intellettuali e progettuali perché si trasferiscono altrove concorrendo alla crescita della ricchezza di altre regioni d’Italia e del mondo.
Con la dispersione delle nostre competenze, delle culture materiali ed intellettive migliori, non ci rimarrà che il destino della riserva indiana, l’assistenza diffusa ed il precariato eterno, finalizzati ad una sopravvivenza periferica e marginale e con la diaspora delle famiglie, l’azzeramento della nostra identità culturale e del nostro diritto ad esserci in questo mondo su un piano di pari dignità con le regioni più progredite e civili d’Italia e del mondo. 
Necessari lo slancio ed il coraggio di Leonida ed i suoi trecento per riappropriarci dei nostri brandelli di orgoglio e di dignità per proclamare la nostra sete di libertà e di riscatto,rimboccarci le maniche e fare quadrato attorno ad un progetto di resurrezione .

Potrebbero interessarti

Articoli più letti

Questo sito utilizza Cookies necesari per il corretto funzionamento. Continuando la navigazione viene consentito il loro utilizzo.