Elite e Distinzione/ 14 - Primo Siena

Nel diritto naturale divino, la civiltà si pone come una condizione aristocratica, organicamente ordinata nei valori politici, corporativamente composta nelle funzioni sociali. La nostra non potrà dirsi vera civiltà se non recupererà un ordine sociale e politico che si sviluppi per gradi e finzioni, dalla vita personale a quella familiare, dalla persona alla società organicamente disciplinata nello Stato, significando così la persona. A differenza dei democratici illuministi, noi cattolici aristocratici e tradizionalisti riteniamo che la legittimità di un governo e di un regime politico non risieda nella maggioranza dei suffragi, ma nel rispetto delle leggi morali dettate da Dio nel cuore dell’uomo ed insegnate dalla sua Chiesa.

 

Potrebbero interessarti

Articoli più letti

Questo sito utilizza Cookies necesari per il corretto funzionamento. Continuando la navigazione viene consentito il loro utilizzo.