Elite e Distinzione/7 - Alberico Lo Faso di Serradifalco

Essere nobile oggi, non è che un vuoto a perdere se viene inteso come un orpello che nella moderna società fa solo sorridere, e non come peso per sentirsi pari al nome che si porta, per onorare col proprio comportamento e stile di vita la storia di quanti ci hanno preceduto, conformarsi a quei principi etici che sono a fondamento della nostra civiltà che affonda le proprie radici nel patrimonio greco-romano su quale si e innestato l’insegnamento di Cristo. Non E: la sola appartenenza ad un ceto che da sola rende nobili, ed è così da sempre, perché per essere veramente appartenenti a questo ceto, per essere pari a quanto ci si deve attendere da chi si sente di appartenente, si deve dare molto di più, si tratta di essere non di sembrare.

Potrebbero interessarti

Articoli più letti

Questo sito utilizza Cookies necesari per il corretto funzionamento. Continuando la navigazione viene consentito il loro utilizzo.